CONDIVIDI

“Siamo in un momento in cui la comunicazione aperta e onesta non è solo necessaria ma è rivoluzionaria”. Lo ha detto il presidente della Triennale di Milano l’architetto Stefano Boeri, presentando i progetti e le iniziative  dei prossimi mesi. In primo luogo la XXII Esposizione Internazionale (dal primo marzo al primo settembre) con il tema ‘Broken Nature: Design Takes on Human Survival’. L’obiettivo sarà evidenziare gli approcci creativi per correggere o fermare il corso di autodistruzione dell’umanità con idee provenienti da istituzioni, università, studi di tutto il mondo.A febbraio aprirà il Museo Permanente del Design Italiano. L’obiettivo è di mettere in mostra e valorizzare la collezione della Triennale che riunisce 1600 oggetti tra i pezzi più iconici e rappresentativi del design italiano. Verranno esposti, come autentiche opere d’arte, ognuna con la propria storia, la poetica e il contesto storico, al piano terra dell’edificio.Tra gli altri progetti c’è anche il lancio di Radio Triennale per raccontare le attività culturali dell’istituzione ma anche per dare informazioni sulle arti a Milano e nel mondo.Alla Triennale sarà trasferito anche l’Urban Center del Comune nell’ambito di una ristrutturazione interna dell’edificio per sfruttarne al meglio gli spazi. “Abbiamo un debito consolidato ma il modo migliore per affrontare il futuro è non fermarsi – ha detto Boeri rispondendo a una domanda sulla situazione economica della Triennale – La situazione è stata grave, è grave ma possiamo contare su un gruppo di partner importante”.Il programma culturale prevede grandi mostre su architettura, moda, arti visive, new media e fotografia, in collaborazione con le maggiori istituzioni museali internazionali.



Source link