CONDIVIDI

Corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, comparaggio farmaceutico, abuso d’ufficio, falso ideologico e truffa aggravata. La vasta operazione condotta dai Nas di Parma ha portato all’ordinanza di arresto per un dirigente medico e un imprenditore. Più nove indagati tra medici universitari e rappresentanti del settore farmaceutico. Oltre 200 carabinieri del Comando per la Tutela della Salute e dei Comandi Provinciali di 7 Regioni stanno eseguendo un’ordinanza d’applicazione di misure cautelari richiesta dalla Procura della Repubblica di Parma ed emessa dal G.I.P. per l’arresto di un dirigente medico e un imprenditore e per l’applicazione di misure cautelari interdittive a carico di altri 9 indagati tra medici universitari e rappresentanti del settore farmaceutico. Inoltre, si sta procedendo alsequestro di 335.000 euro per i reati di corruzione e truffa.Nell”operazione “Conquibus”, condotta dai Nas di Parma, sono stata emesse 11 misure cautelari a carico di dirigenti medici, universitari e rappresentanti del settore farmaceutico; 36 sono le persone indagate e le 7 aziende coinvolte nelle attività illecite. Oltre 40 perquisizioni sono in corso presso le abitazioni di altrettanti professionisti e presso le sedi di società e di note aziende farmaceutiche. I reati contestati agli indagati: corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, comparaggio farmaceutico, abuso d’ufficio, falso ideologico e truffa aggravata. Le regioni interessate dall’operazione sono: Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Umbria e Lazio.I dettagli dell’operazione saranno resi noti dal Procuratore della Repubblica di Parma nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11,30 presso il Palazzo di Giustizia di Parma.



Source link