CONDIVIDI



Cynthia Nixon, l’attrice che diede il volto a Miranda Hobbes nella serie televisiva Sex and the City, deve rinunciare per ora alle ambizioni politiche. Aspirava alla corsa per diventare governatrice dello Stato di New York, ma è stata sconfitta nelle primarie democratiche da Andrew Cuomo, che ricopre l’incarico dal 2011. Il 60enne, che ha condotto una battaglia elettorale con il sostegno di potenti finanziatori, ha vinto le primarie con il 66%, contro il 34% ottenuto da Nixon, secondo le proiezioni dei media americani. Il risultato lo porta così verso un terzo mandato alla guida del quarto Stato più popoloso della nazione, dalla spiccata inclinazione democratica, nelle elezioni generali del 6 novembre.  

Sostenitrice della scuola pubblica e attivista per i diritti delle persone Lgbt  
La Nixon, 52 anni, si è lanciata nella corsa elettorale a marzo, con l’obiettivo di diventare la prima donna e la prima persona dichiaratamente omosessuale a governare lo Stato, puntando sul cambiamento e schierandosi su questioni delicate e sensibili. Nixon sperava di far parte dell’ondata di vittorie di persone ’novizie’ della politica nelle primarie del partito democratico. Sostenitrice della scuola pubblica e attivista per i diritti delle persone Lgbt, Nixon ha fatto campagna concentrandosi sul diritto universale alla salute, sul controllo degli affitti e sulla necessità di migliorare la metropolitana.  

Le ambizioni presidenziali di Cuomo  
Conquistare la leadership di uno Stato è una scommessa ancor più ardua della corsa per i seggi al Congresso, soprattutto per chi si candida per la prima volta e lo fa sfidando qualcuno che sia nella macchina oliata e ben finanziata di un governatore in carica. «Sfondare richiede un mucchio di soldi e di organizzazione», spiega Michael Miller, professore di Scienza politica al Barnard College. Cuomo, figlio di un governatore che sposò una figlia di Robert F Kennedy, ha puntato sui suoi risultati sul controllo delle armi, sulle nozze per le persone omosessuali e sul salario minimo. Governatore con ambizioni presidenziali, è un politico di lunga data, che quando aveva 39 anni è stato segretario di gabinetto durante la presidenza di Bill Clinton.  

Il bagel sbagliato  
Cynthia Nixon ha denunciato una campagna infangante nei suoi confronti, criticando una pubblicità postale in cui veniva descritta come antisemita. Cuomo ha dichiarato in merito di non esserne stato a conoscenza. La star dello show televisivo è anche incappata in una gaffe che ha fatto versare fiumi di inchiostro, quando in un negozio di Manhattan ha ordinato il bagel “sbagliato”, mescolando dolce e salato. Quel panino è diventato un punto infuocato di discussione e indignazione: mai una vera newyorkese, hanno sostenuto indignati i critici, sceglierebbe un mix del genere. «Sono sbalordita. Lo scelgo da decenni, non è mai stato di dominio pubblico e sono davvero affascinata da come le persone si sentano coinvolte», aveva commentato Nixon al New York Times. 



Source link