CONDIVIDI

CULTURA

Pubblicato il: 17/04/2018 17:36
Nuovo ‘colpo’ messo a segno dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale. I militari dell’Arma hanno recuperato una mappa acquarellata e manoscritta del 1730 raffigurante il ‘Lago di Santa Maria’, rubata all’Archivio di Stato di Roma. L’opera del valore di 20mila euro è stata rintracciata a “seguito delle attività di monitoraggio dei siti di e-commerce”. Il documento, scovato su un sito internet, “di una nota galleria antiquaria della Capitale, per il suo pregio e la sua particolarità ha insospettito i militari che, a seguito di ulteriori accertamenti, anche grazie all’ausilio di esperti del settore archivistico-documentale, hanno confermato essere provento di furto commesso in data antecedente al 2010 dall’Archivio di Stato di Roma”, spiegano i Carabinieri in una nota.
Le indagini inoltre hanno consentito di stabilire che l’antica mappa era stata precedentemente acquistata dall’antiquario romano, in buona fede, in una casa d’aste americana. La mappa è stata restituita e sono in corso attività investigative “volte a scoprire gli autori del furto e della successiva esportazione in territorio statunitense”.



Source link