CONDIVIDI



«Io dialogo con tutti, ma l’unico punto fermo è che con il Pd non si può fare nulla. A Calenda dico, mamma mia! Un governo con chi ha approvato la Fornero o vuole gli immigrati che cosa potrebbe fare?». Così il leader della Lega boccia l’apertura del ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda a favore di un coinvolgimento del Pd nella formazione del futuro governo.  

LEGGI ANCHE Berlusconi punta su un mandato alla Casellati per isolare Salvini (Magri)  

A Di Maio: “Centrodestra unito un danno? Rispetti gli elettori”  
«Quello che Di Maio giudica un danno, il centrodestra unito, è quello che gli elettori hanno premiato col voto il 4 marzo: chiedo al MoVimento 5 stelle di avere rispetto per gli elettori» aggiunge Salvini replicando al capo politico M5S. «Come io dico che non esistono partiti pericolosi o elettori pericolosi chiedo che tutti gli altri facciano lo stesso», aggiunge. 

LEGGI ANCHE L’inviato Usa in Ucraina: “La Lega sbaglia, l’Italia non tolga le sanzioni alle Russia (Mastrolilli)  

“Dalle Regionali segnale nazionale per il cambiamento”  
«Ogni voto conta: noi pensiamo che da queste regionali possa venire un segnale nazionale di chiarezza e di cambiamento» aggiunge Salvini conversando con i giornalisti nell’ex villaggio dei terremotati di San Giuliano. A Di Maio, secondo il quale il voto non ha valenza nazionale, risponde: «Mette le mani avanti. Pensava di avere già la vittoria in tasca qui in Molise e invece è testa a testa». 

Alcuni diritti riservati.



Source link