CONDIVIDI

Un vertice ad Arcore, un raduno ad Ivrea, qualche intervista e si torna al punto di partenza. La passione con la quale partiti e leader si impegnano in un formidabile gioco dell’oca, viene seguita con preoccupazione da parte del Quirinale. Molte, se non tutte, delle raccomandazioni che il presidente della Repubblica ha fatto ai partiti nel corso delle consultazioni, e che Sergio Mattarella ha riassunto nelle brevi considerazioni di giovedì scorso, risultano disattese. LE DIVISIONI Tra veti, ricatti e condizioni, nessuno dei…

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:
Accesso illimitato agli articoliselezionati dal quotidiano
Le edizioni del giornale ogni giornosu PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMOSe sei già un cliente accedi con le tue credenziali:



Source link