CONDIVIDI

La Corea del Nord ha confermato direttamente agli Stati Uniti per la prima volta di essere pronta a discutere della denuclearizzazione della penisola coreana durante il vertice tra Kim Jong-un e il presidente Usa Donald Trump. Lo ha rivelato un funzionario americano citato dal Wall Street Journal, mentre finora rassicurazioni in tal senso erano state date agli Usa solo dalla Corea del Sud.Funzionari Usa e nordcoreani avrebbero recentemente avuto contatti segreti durante i quali Pyongyang ha riferito la disponibilità a tenere il vertice.Secondo il quotidiano, la rassicurazione non significa che i colloqui avranno necessariamente successo. Pyongyang ha indicato che il progresso verso la denuclearizzazione deve procedere in modo sincronizzato con concessioni diplomatiche ed economiche da parte statunitense. E’ possibile inoltre che le scadenze temporali della Corea del Nord per ridurre ed eliminare il proprio arsenale nucleare siano più lunghe di quelle che l’amministrazione Trump è preparata ad accettare. E’ possibile che il calendario della Corea del Nord per ridurre ed eliminare definitivamente il suo arsenale potrebbe essere molto più lungo di quanto l’amministrazione Trump sia pronta ad accettare. Per Pyongyang, ad esempio, la denuclearizzazione potrebbe essere un obiettivo a lungo termine da raggiungere solo se gli Stati Uniti eliminassero la potenziale minaccia militare al regime ritirando le forze dalla Corea del Sud.Il funzionario ha confermato i contatti tra Corea del Nord e Usa ma non ha voluto dare altri dettagli.



Source link