CONDIVIDI

Non si pone limiti, Alessandro Murgia. Il centrocampista della Lazio, al termine del match vinto per 2-1 contro l’Udinese, ha sottolineato l’importanza del risultato  «perché d’ora in avanti le partite che dovremo affrontare sono tutte da considerare come delle finali». Bisognerà essere «concentrati, cattivi e determinati». Il classe ’96 ha promesso il massimo impegno: «Faremo il massimo per arrivare più avanti possibile – ha detto Murgia -. Quale è stata la cura di Inzaghi? La voglia che ci ha trasmesso, la stessa che ci spinge a lottare per raggiungere i nostri obiettivi».CRESCITAChiamato a fare un bilancio dell’annata il mediano ha dichiarato: «Finché indosso questi colori per me tutto è positivo. Amo questa città e questa squadra. Sono felice». Spesso utilizzato come prima riversa dei titolari (Leiva, Milinkovic e Parolo), l’ex Primavera ha ammesso: «È logico che ognuno di noi voglia più spazio, ma sono soddisfatto del percorso svolto finora. Io sono giovane e penso a lavorare. Mi alleno al meglio per poter dare il massimo per il gruppo».OBIETTIVISul ritorno dei quarti di finale di Europa League contro il Salisburgo, in programma in Austria, Murgia ha rivelato: «La vittoria di oggi ci carica in vista di giovedì. La consapevolezza di esser forti rimane. Sarà una partita difficile, perché loro hanno aggressività e cattiveria. Partiamo da una situazione di vantaggio e cercheremo di fare del nostro meglio. Dovremo essere cattivi e concentrati, ormai la semifinale è a un passo. Siamo una grande squadra e lo dimostriamo ovunque». Invece, sulla corsa Champions ha poi aggiunto: «Noi vogliamo arrivare più in alto possibile e non vogliamo guardare le altre, né chi ci precede in classifica, né chi ci sta dietro. Vedremo tutto alla fine».
© RIPRODUZIONE RISERVATA



Source link