CONDIVIDI

La Procura di Brescia ha iscritto nel registro degli indagati tutti i medici che hanno preso in cura, nell’ultimo mese, la bambina di quattro anni, Nicole, morta a causa di un’infezione partita da un’otite.Tra i medici finiti sotto inchiesta ci sono il primo pediatra che l’aveva visitata un mese fa, i medicidell’ospedale di Manerbio, quelli della Clinica Poliambulanza e infine quelli degli Spedali Civili, dove la bambina è morta. La Procura ha preso la decisione nel fissare l’autopsia, che sarà eseguita all’ospedale di Brescia con consulenti non locali.  L’iscrizione nel registro degli indagati, hanno fatto sapere gli inquirenti, è un “atto dovuto” come garanzia nei confronti degli stessi medici, essendo l’autopsia un atto irripetibile.



Source link