CONDIVIDI

Serve più di un miliardo di euro in dieci anni per mettere in sicurezza la Capitale, dopo tanti lustri di incuria e rinvii sine die di ogni opera di manutenzione che hanno esposto la Città eterna a un rischio idrogeologico sempre più alto. Tra esondazioni, frane e voragini, i cittadini romani in pericolo di esondazione sono 250 mila: non solo sulle rive del Tevere e dell’Aniene, ma anche nei quartieri attraversati da quel reticolo di 13 corsi d’acqua minori che, abbandonati al degrado, si sono trasformati in una…

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:
Accesso illimitato agli articoliselezionati dal quotidiano
Le edizioni del giornale ogni giornosu PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMOSe sei già un cliente accedi con le tue credenziali:



Source link