CONDIVIDI

CRONACA

Foto di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 07/04/2018 07:55
Utilizzava la chat Telegram per gestire due gruppi e diversi canali di propaganda a favore dell’Isis, istigando gli altri utenti a commettere delitti di terrorismo e contro l’umanità. Si tratta di un minorenne italiano di origine algerina, scoperto dalla Polizia di Stato al termine di un’indagine avviata nel dicembre 2016 con l’obiettivo di identificare i membri del canale Telegram chiamato “Khilafah News Italia”.
Il minore, che è stato denunciato dalla Polizia, diffondeva nel canale Telegram messaggi di propaganda dello Stato Islamico, pubblicati originariamente in lingua araba dai diversi official media del Califfato e poi tradotti in lingua italiana, rivolgendosi in particolare ai “lupi solitari” presenti nel nostro Paese. Tra i messaggi trovati dagli investigatori, c’è una chat in cui il giovane chiedeva: “Salve, come faccio a far passare una cintura esplosiva attraverso le porte automatiche?”.
Dopo l’intervento della Procura dei minori e della Polizia di Stato, per il giovane si aprirà adesso un dedicato percorso di recupero e deradicalizzazione, reso possibile dallo “scollegamento” del giovane dalla rete del ‘cyber jihad’.



Source link