CONDIVIDI



Heligan è stata per quattrocento anni la dimora della famiglia Tremayne ed è ancora oggi una delle tenute più misteriose d’Inghilterra. Alla fine del Diciannovesimo secolo raggiunsero il suo massimo splendore. Poi, dopo decenni di trascuratezza, la devastante tempesta che colpì la zona nel 1990 ha dato loro un colpo di grazia, facendoli svanire anche dalle pagine dei libri di storia.  

Ma la natura è stata più forte di tutto questo, e il giardini perduti di Heligan sono tornati a fiorire e a ricoprire con un morbidissimo manto verde le statue che riposano e spuntano fra gli alberi, donando abiti e insoliti capelli ad una enorme Bella Addormentata, così come a dei buffi elfi dagli occhi azzurri. 

E con il verde è arrivata anche una nuova gestione, che ha deciso di restituire questo giardino da fiaba al pubblico, svelandone le meraviglie più nascoste, come una minuscola stanza, scavata sotto la cinta del giardino, dove è stata incisa la scritta «Non venite qui per dormire o riposare», con i nomi di tutti coloro che vi avevano lavorato, riportati sotto la data: agosto 1914.  

«Fummo fulminati dalla magnifica ossessione di riportare in vita in tutti i sensi quelli che, una volta, erano stati dei gloriosi giardini e di raccontare, per la prima volta, non favole di signori e damigelle ma della gente normale che aveva reso grandi questi giardini prima di partire per la Grande Guerra», raccontano i nuovi gestori. 

Il loro progetto di restauro ha vinto diversi premi ed è acclamato a livello internazionale, «ma la proprietà da noi affittata si estende per ora solo su 80 dei 400 ettari della tenuta originale, lasciando il progetto lontano dalla completezza. Il nostro obiettivo ora è far sì che Heligan diventi un esempio unico e permanente di vita e lavoro, seguendo le migliori tradizioni dell’Inghilterra vittoriana, permettendo ai nostri visitatori di godere e partecipare alle attività che vengono svolte nei gardini, e osservare il nostro lavoro». 

Un progetto ambizioso, per un posto davvero speciale, non solo in primavera. «Heligan è un giardino per tutte le stagioni e come tale non esiste un momento migliore dell’anno per visitarlo. E, indipendentemente dal periodo, sicuramente sarà un’eccezionale esperienza», assicurano. 

E vedendo le meraviglie pubblicate sulle loro pagine Facebook e Instagram, non facciamo difficoltà a credergli. 

LEGGI ANCHE  
Nel giardino segreto resuscitato dalla più antica (e salata) pozza d’acqua del pianeta  

In Iran c’è un enorme Giardino di libri che sfida la censura del regime  

In Giappone c’è una collina che da settanta primavere diventa rosa  

In Israele c’è una verdissima collina in mezzo al deserto. Ma da vicino non crederete ai vostri occhi  

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=CmTFwsXSjPU&w=560&h=315]

Alcuni diritti riservati.



Source link