CONDIVIDI



La tragedia del centro commerciale di Zimnyaya Vishnya è stata causata da «negligenza e sciatteria» e i responsabili di questi atti «criminali» verranno «puniti, a prescindere dalle loro posizioni». Lo ha detto Vladimir Putin nel corso di una visita a Kemerovo, dopo aver portato i suoi omaggi e le sue condoglianze al memoriale improvvisato nei pressi del mall. Putin ha poi incontrato i membri di un gruppo civico che contestano il numero ufficiale delle vittime: «Non credete alle cifre che circolano sui social network», ha detto loro Putin. Così la Tass.  

«Un gruppo investigativo composto da 100 persone è già qui al lavoro, guidato dal capo del Comitato Investigativo», ha detto Putin. Durante l’incontro con le autorità locali, diverse centinaia di persone si sono radunate davanti all’ufficio dell’amministrazione, dicendo che non credevano al numero di vittime ufficiale. Il sindaco della città, Ilya Seredyuk, e 15 membri di un gruppo di azione civica si sono recati all’obitorio forense per assicurarsi che il numero effettivo di vittime corrispondesse a quello annunciato dalle autorità. Putin ha quindi cambiato i piani della visita e ha deciso di incontrare il gruppo di azione civica, recandosi all’obitorio.  

«Come ha potuto permettere che fossero prese tali decisioni per il palazzo del centro commerciale?», ha chiesto al sindaco della città. Seredyuk ha risposto che la decisione sull’assegnazione dell’edificio è stata presa nel 2014, prima che entrasse in carica. Tuttavia, ha ammesso che gli ultimi controlli all’edificio sono stati effettuati nel 2016. «Non ci sono stati controlli negli ultimi due anni anche se era necessario garantire la sicurezza», ha sottolineato Putin.  

Alcuni diritti riservati.



Source link