CONDIVIDI

LONDRA -Gigi Di Biagio, cos’ha detto ai ragazzi dopo Manchester e cosa chiede per la partita contro l’Inghilterra?”Quello che ho detto a voi a caldo. È stata una gara in cui alcune cose non hanno funzionato, nel primo tempo abbiamo sofferto il palleggio dell’Argentina anche se le loro palle-gol sono arrivate solo nel finale. Nel secondo siamo stati più aggressivi, abbiamo costruito 3-4 occasioni clamorose, anche se ho letto che non avremmo fatto un tiro in porta, e anzi un certo punto mi sarebbe dispiaciuto chiuderla sullo 0-0. Sono contento della reazione, comunque, è stata la partita che mi aspettavo. Dobbiamo insistere, la strada è quella giusta se contro i vicecampioni del mondo abbiamo recuperato 19 palloni nella loro metà campo. Abbiamo tirato meno ma siamo stati più pericolosi, bisogna scrivere le cose in modo esatto”. Quanti giocatori cambierà rispetto all’Argentina?”Qualcosa cambierò, visto qualche acciacco, visto il momento della stagione in cui non tutti sono al top. Il numero preciso di cambi? Non vorrei sbagliare ma direi tre o quattro”. In assenza di Kane, chi teme di più?”Non so chi giocherà, loro hanno giocatori di altissimo livello che possono farci male, dal centrocampo in avanti. Non so Rushford, non penso, poi Vardy, Sterling… Ma se pensiamo ai nomi non ne veniamo a capo. Dovremo limitarli cercando di stare vicini fra di noi”. Costacurta ha detto che lei resterà comunque nello staff, se non farà il ct. È d’accordo?”Non mi sono posto il problema, Ale ha detto questa cosa per sottolineare il mio lavoro in questi anni e per quello che sto facendo. Quando sarà il momento dirò la mia e farò la mia valutazione, non è un problema che mi può riguardare oggi. Semmai più avanti vi risponderò”. Un bilancio del lavoro svolto in questa settimana da ct?”Sono contento perché ho cercato di proporre quello che volevo, i ragazzi mi hanno seguito, qualcosa si è visto, ancora poco ma prendo le cose buone che abbiamo fatto, evidenziando a loro quelle negative e portando fuori quelle positive. Il mio obiettivo è questo, speriamo di vedere subito qualcosa in più e, perché no, anche di fare un risultato positivo”. Gioca Donnarumma o Perin?”Gioca Donnarumma, nonostante Perin mi abbia messo in grandissima difficoltà, in questi tre giorni avevo qualche dubbio fra loro due”. È amareggiato? Si sente a fine corsa?”Sono amareggiato perché mi aspettavo di più contro l’Argentina. Quanto al resto, a me nessuno ha detto niente, devo pensare a portare avanti un lavoro con questi ragazzi. Se prenderò una strada o l’altra non ci saranno problemi”.



Source link