CONDIVIDI

Una protesi robotica di basso costo. Questa l’impresa a cui puntano cinque trentenni campani progettando Mimic.Ha. “E’ una mano animatronica, sviluppata per essere estremamente accessibile ai meno abbienti e personalizzabile – spiega Marco D’Ambrosi -.Grazie alla struttura interna stampata in 3D può essere adattata perfettamente alla fisionomia di chi la riceverà. Può essere controllata via smartphone o tramite un controller dedicato”. La mano roboticaCondividi  



Source link