CONDIVIDI

(Teleborsa) – I voli di Air India diretti in Israele potranno sorvolare lo spazio aereo saudita. Il permesso di transito scatta giovedì 22 marzo e consente di seguire una rotta più breve con risparmio sui costi di esercizio. I voli da New Delhi a Tel Aviv, operati con frequenza trisettimanale (martedì, giovedì e domenica), impiegheranno 7 ore e 10 minuti.Il via libera da parte dell’Arabia Saudita al sorvolo del proprio spazio aereo per i collegamenti con Israele ha una doppia valenza, politica e commerciale. Il regno di Ryad, infatti, non consente, come altri stati arabi del Medio Oriente, alle compagnie aeree di transitare sul proprio spazio aereo se sono dirette nello Stato ebraico, con cui appunto l’Arabia saudita non ha relazioni diplomatiche.L’attraversamento dell’Arabia Saudita permetterà ad Air India di risparmiare circa due ore di tempo nel volo ma soprattutto, segna un significativo successo nella campagna dello stato ebraico per maggiori e nuovi legami con il Golfo. Da parte sua El Al, compagnia di bandiera di Israele, che oggi impiega circa 8 ore e mezza per arrivare in India, sarà aiutata dallo Stato per le perdite economiche dovute alla “nuova rotta” rispetto al concorrente indiano.

2018-03-17 11:30:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA



Source link