CONDIVIDI


(ANSA) – BRESCIA, 15 FEB – “Dopo tanti anni ho bisogno di staccare dal calcio, avrò tempo di decidere cosa fare”. Andrea Pirlo parla così del suo futuro alla consegna a Brescia, la sua città, del premio brescianità consegnatogli in occasione della festa di San Faustino e Giovita, i santi patroni del capoluogo. “Ho giocato solo a calcio, quindi credo di rimanere nel calcio – aggiunge l’ex centrocampista -. Allenatore? È un’ipotesi, ma ancora non so”. “Sono molto contento perché sono bresciano e ricevere questo premio fa piacere – aggiunge Pirlo -. Credo di aver rappresentato sul campo il modo di essere di noi bresciani”. Nessun rimpianto dopo l’addio al calcio giocato: “Era il momento giusto per farlo e l’ho scelto io. Sono contento così…”.

15 febbraio 2018
Diventa fan di Tiscali su Facebook



Source link