CONDIVIDI

Un malore improvviso lo ha stroncato. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte del personale del 118. Il comandante della polizia locale di Bari, Nicola Marzulli, è morto a 65 anni. Nominato per due volte comandante dei vigili del capoluogo pugliese, nel 1999 e nel 2016, Marzulli aveva ottenuto il grado di generale. Ancora pochi mesi di lavoro e poi sarebbe andato in pensione. A richiamarlo al vertice della polizia locale, dopo anni da dirigente nella ripartizione Sviluppo economico durante il governo Emiliano, era stato il sindaco Antonio Decaro. Il primo cittadino lo aveva voluto anche presidente dell’Amtab nel 2015, ruolo che ha rivestito fino a settembre 2017. Si fidava di lui come uomo di legge: è infatti  a Marzulli che aveva affidato l’operazione di risanamento della municipalizzata del trasporto pubblico urbano dopo gli scandali giudiziari che avevano coinvolto l’Amtab.Marzulli, laureato in Scienze Politiche e Master presso l’Università Bocconi di Milano, in passato ha ricoperto l’incarico di comandante anche nelle città di Taranto e Alberobello. A Bari aveva scelto la linea della tolleranza zero contro le infrazioni: “esistono le regole e dobbiamo farle rispettare” ripeteva continuamente.La sua ultima crociata l’aveva dedicata alle distrazioni alla guida. “Non è possibile rischiare la vita propria e degli altri, anche durante dei semplici spostamenti con l’auto in città, per rispondere a una telefonata o a un messaggio in chat. Ricordarlo può apparire banale ma a giudicare dai numeri non lo è affatto”.”Ha incarnato il volto delle Istituzioni e delle forze dell’ordine che tutti vorremmo: la dedizione al lavoro, l’onestà, il rispetto delle regole e la prossimità ai cittadini”. Così il sindaco Decaro ha voluto ricordare il comandante dei vigili. “Sono letteralmente sconvolto dalla notizia della morte di Nicola Marzulli, ancora non riesco a crederci”, afferma Decaro.”Averlo al fianco della nostra amministrazione – aggiunge il sindaco – è stato un onore: insieme abbiamo affrontato grandi prove che la città ha superato brillantemente anche grazie alla sua professionalità e capacità di guidare il corpo degli agenti locali. La sua figura èstata garanzia di continuità nel cambiamento del ruolo che la Polizia locale è chiamata a svolgere. Ci mancheranno la sua disponibilità, la sua determinazione, la sua capacità di affrontare le emergenze con metodo e disciplina. Mi stringo alla famiglia di Nicola Marzulli in un abbraccio commosso. Oggi ho perso un amico dalla straordinaria umanità”. I funerali saranno celebrati giovedì 15 febbraio alle 15,30 in Basilica.



Source link