CONDIVIDI

Io l’ho portata ai Giardini Diaz, me la ricordo bene erano le 9,40 circa di martedì, è sbucata dalla stazione e mi ha detto di portarla fino ai giardini, stava bene». È il racconto di un tassista peruviano, in Italia dal ‘93, l’ultimo forse ad aver visto viva la ragazza romana a Macerata.  Era sola? «Sì, aveva con sé solo la sua valigia». Scappata dalla comunità di recupero Pars (previsione assistenza reinserimento sociale) di Corridonia, è…

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:
Accesso illimitato agli articoliselezionati dal quotidiano
Le edizioni del giornale ogni giornosu PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMOSe sei già un cliente accedi con le tue credenziali:



Source link