CONDIVIDI

“Turbigo continua a dire no agli sprechi miliardari per la gestione incontrollata dei flussi migratori di profughi. In Consiglio comunale abbiamo approvato un forte aumento della tassa Tari per chi eventualmente avesse intenzione di ospitare profughi a Turbigo”. Sono le parole che il sindaco di Turbigo (Milano) Christian Garavaglia, ha postato giovedì sulla sua pagina Facebook.Il primo cittadino di centrodestra, insieme alla giunta del Comune del milanese nell’ultimo Consiglio comunale, ha stabilito che per coloro che hanno siglato un accordo con la prefettura per l’accoglienza di richiedenti asilo, il coefficiente per calcolare l’importo della tassa sui rifiuti, sarà equiparato alla categoria “mense”. Sulla sua pagina social Garavaglia ha aggiunto “dalle parole ai fatti, continuiamo insieme”.”E’ una delibera a favore dei cittadini residenti, a prescindere dalla loro origine, non ha nulla a che vedere con la razza, da noi ci sono cittadini stranieri perfettamente integrati”, ha dichiarato il sindaco. “Abbiamo criticità sociali di nostri cittadini, a prescindere dalla loro origine, che continuamentedobbiamo risolvere e le risorse andrebbero spese per questo – ha proseguito Garavaglia – ho calcolato che per 5.082 migranti in accoglienza nella Città metropolitana di Milano, vengono spesi circa cento milioni di euro di soldi pubblici, dall’Europa arriva solo una piccola percentuale”.”E’ stata una presa di posizione politica – ha concluso il sindaco – e amministrativa a favore dei residenti e contro questa politica di gestione dei flussi migratori”.



Source link