CONDIVIDI



(ANSA) – PALERMO, 1 FEB – La Polizia di Stato, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo, sta eseguendo stamattina un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 31 persone accusate a vario titolo di associazione mafiosa, riciclaggio, auto riciclaggio, trasferimento fraudolento di valori aggravato dal metodo mafioso, concorrenza sleale aggravata dal metodo mafioso, associazione per delinquere finalizzata alla raccolta abusiva di scommesse ed alla truffa ai danni dello Stato e traffico di stupefacenti. Uno degli arrestati è Benedetto Bacchi, uno dei maggiori imprenditori italiani nel settore dei giochi e delle scommesse. Bacchi, personaggio chiave dell’inchiesta, è accusato di concorso in associazione mafiosa e riciclaggio del denaro dei clan. Dalle indagini è emerso un vero e proprio ‘contratto’ tra Cosa Nostra palermitana e l’imprenditore che, secondo le indagini, con l’appoggio delle famiglie mafiose sarebbe riuscito a monopolizzare il settore.   



Source link