CONDIVIDI




CRONACA

AFP PHOTO / Piero CRUCIATTI

Pubblicato il: 01/02/2018 14:40
“Sono fortunata a essere viva. Ora sto bene, ma provo rabbia perché tutti noi pendolari sappiamo benissimo in che condizioni viaggiamo”. È la testimonianza di Daniela Sassi, ferita durante l’incidente ferroviario di Pioltello e ricoverata al Policlinico di Milano in chirurgia d’urgenza.
Arrivata con le costole incrinate e la clavicola rotta, dovrebbe essere dimessa domani. “Su ritardi o sulle temperature ci si passa sopra, ma noi abbiamo visto diverse volte treni che scintillavano o sentito puzza di bruciato. Non si può morire per andare a lavorare” afferma la paziente.



Source link