CONDIVIDI

Con la nuova legge di bilancio arriva una stretta sull'uso del cellulare alla guida e sui seggiolini anti-abbandono. La commissione Trasporti della Camera ha approvato alcuni emendamenti alla manovra che ora passeranno all'esame della commissione Bilancio. Previste sanzioni raddoppiate per l'uso degli smartphone alla guida e fino a sei mesi di sospensione della patente nonché l'obbligo di dispositivi di allarme antiabbandono per i seggiolini dei bambini in macchina.

Le sanzioni

Per chi utilizza il cellulare mentre guida, la sanzione amministrativa prevede il pagamento di una somma da 322 a 1294 euro. Ma soprattutto si applica la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi. E se lo stesso soggetto compie un'ulteriore violazione entro i due anni, la sanzione amministrativa raddoppia: da 644 a 2588 euro, e la patente potrà essere sospesa da due a sei mesi.

L’ultimo treno

La legge di bilancio è l'ultimo treno utile della Legislatura, e dunque l'ultima chance per approvare le misure rimaste a metà dell'iter parlamentare, per questo la commissione Trasporti chiede di travasare in manovra via emendamento la stretta sull'uso dei cellulari alla guida e le nuove norme che prevedono che i seggiolini dei bimbi in auto siano dotati di allarmi anti-abbandono. Anche la commissione Giustizia ci prova e spera di incassare l'ok ad uno spezzone della riforma del processo civile, arenato a Palazzo Madama, che con il rito sommario punta a dimezzare i tempi della cause in primo grado.

Diventa fan di Tiscali su Facebook

Articolo Originale

Rispondi