CONDIVIDI

Usa: calano le iscrizioni degli studenti internazionali

La paura delle universita' in seguito all'elezione di Donald Trump ha trovato conferma nei numeri: a un anno di distanza dalle prime iscrizioni, gli studenti stranieri che hanno scelto di studiare negli Stati Uniti sono meno rispetto agli anni precedenti. La percentuale non e' irrilevante, visto che in media i campus hanno registrato un 7% in meno e questa e' una realta' che riguarda quasi la meta' dei 500 istituti presi in esame dallo studio realizzato dall' Institute of International Education. Le ragioni di questo calo sono legate a "un mix di fattori", ha spiegato Rajika Bhandari, responsabile della ricerca, al New York Times. Pesa sicuramente nella scelta degli studenti il clima politico e sociale incerto in America.

"Le preoccupazioni dovute al travel ban- ha continuato Bhandari- hanno inciso notevolmente nella percezione della sicurezza personale, messa in discussione in seguito a una serie di incidenti accaduti a studenti internazionali. C'e' una generale preoccupazione riguardo la sicurezza". Ovviamente il motivo del calo non riguarda solo fattori interni agli Stati Uniti, ma anche una maggiore competizione delle universita' canadesi, inglesi e australiane. E soprattutto, nonostante l'elezione di Trump l'anno scorso abbia inciso notevolmente, e' da notare che un piccolo calo del 3% si era registrato anche nella stagione precedente. Se il trend negativo delle iscrizioni internazionali dovesse continuare, secondo le conclusioni dello studio, sarebbero a rischio le finanze delle universita' piu' piccole che fino a ora avevano contato sui soldi che arrivavano da oltre oceano; circa 39 miliardi ogni anno.

Articolo Originale

Rispondi