CONDIVIDI

ROMA Le 48 ore di riflessione sono scadute. Oggi si conosceranno i destini del calcio italiano. Carlo Tavecchio, presidente della Figc, non vacilla nonostante gli attacchi che arrivano da ogni parte. Il silenzio assordate dopo la mancata qualificazione al mondiale, rotto solo ieri mattina per una comunicazione di servizio «un insuccesso sportivo che necessita di una soluzione condivisa e per questo ho convocato una riunione con le componenti federali per fare un'analisi approfondita e decidere le scelte future», suona come il…

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:

  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet

SCOPRI LA PROMO Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:Articolo Originale

Rispondi