CONDIVIDI

Lo IAB Forum di quest’anno, in programma a Milano il 29 e il 30 novembre, sarà dedicato al tema dei Born Digital ovvero alla generazione dei post millennials, nati in un mondo già digitale, che sta influenzando sempre più la sfera dei consumi e i diversi contesti lavorativi, dando forma a quello che sarà il mercato del futuro. Per capire più approfonditamente i contenuti dell’evento e lo stato dell’arte della comunicazione pubblicitaria in Italia Tiscali.it ha parlato con Carlo Noseda, Presidente IAB Italia.

Periodo di cambiamenti

“Stiamo attraversando un periodo di cambiamenti – ha spiegato Noseda – in cui stanno nascendo nuove forme di digital advertising e strumenti innovativi per coinvolgere gli utenti. Ai tradizionali banner e alla pubblicità tabellare, che ancora rappresentano un importante canale di comunicazione, si stanno affiancando formati più in linea con le abitudini dei millennial e dei post-millennial. Il 2016 ha visto l’esplosione del formato video e l’incremento del mobile. Nel 2017, prevediamo che ci sarà una crescita ulteriore in questi settori e un aumento dell’uso di nuove forme di comunicazione, come il Native Advertising”. “Ci aspettiamo invece – ha proseguito – che la rivoluzione innescata dalla Realtà Virtuale e dalla Realtà Aumentata abbia un impatto importante nel lungo periodo, non nell’immediato futuro. Un aggiornamento dei dati sul settore, come di consueto, sarà reso pubblico nel corso dell’edizione 2017 di IAB Forum”.

Sviluppo di nuovi formati

“Il 2017 – ha detto ancora il presidente dello IAB Italia – si è caratterizzato per lo sviluppo di nuovi formati e, soprattutto, per la creazione di nuovi approcci che integrano creatività e scientificità. Pensiamo, ad esempio, al Programmatic Advertising che fa leva sugli strumenti offerti dai Big Data per personalizzare sempre di più la comunicazione, riuscendo ad incontrare il consumatore sui temi e con i mezzi a lui più familiari”.

Primai assaggi di futuro con nuove tecnologie

Per Noseda “stiamo già vivendo poi degli assaggi di futuro. Cominciamo ad intravedere l’Intelligenza Artificiale nei Bot, gli advertiser stanno studiando le nuove forme di interazione con la realtà aumentata e virtuale mentre la Marketing Automation si sta facendo sempre più strada. In questo contesto, dove le tecnologie, i consumi e la cultura di massa si stanno evolvendo sempre più rapidamente, anche il mondo della comunicazione si trasforma velocemente e i dati che vedevano gli OTT padroni del 68% del mercato potranno diventare presto obsoleti. Nel digitale c’è spazio per tutte le realtà che sanno innovare e portare avanti idee creative”.

Un momento dello IAB Forum nel 2016

Born Digital sono sfuggenti

Infine per quanto riguarda l’evento di quest’anno dedicato ai Born Digital il presidente dello IAB ha spiegato che si tratta “di una generazione che il mondo dell’advertising ancora non ha saputo coinvolgere appieno. I nativi digitali sono, infatti, una generazione sfuggente, difficile da stupire e che fatica ad avere un dialogo costante con i brand. Per rispondere a questa sfida c’è bisogno di una visione ampia, che permetta di conoscere a 360 gradi tutte le potenzialità connesse alle tecnologie e agli strumenti odierni e alle novità in arrivo nel prossimo futuro”.

Fotografia sullo stato attuale del settore

“Per questo – ha concluso – a IAB Forum offriremo in primo luogo una fotografia dello stato attuale del settore, necessaria per capire quali trend abbracciare e come farlo. Parleremo, poi, di come le nuove tecnologie e le esperienze rivoluzionarie cambieranno il volto della pubblicità digitale nei prossimi anni, andando a interrogare i protagonisti più innovativi del settore e indagando con loro gli strumenti, le competenze e le idee necessarie per avere successo”.

Diventa fan di Tiscali su Facebook

Articolo Originale

Rispondi