CONDIVIDI

«Da oggi parte una lunga marcia per cambiare il Paese», ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, a Pontida per il tradizionale raduno del Carroccio.

– LA DIRETTA TV DA PONTIDA

Il segretario ha ribadito la convinzione che «qualche giudice vuole fermare un partito, magari rispondendo agli ordini di qualcun altro, ma non può mettere il bavaglio a un milione di militanti». Se andremo al governo cancelleremo la «legge Mancino e la legge Fiano: sono liberticide», ha detto Salvini. «Le idee non si processano; queste cose si facevano in Unione sovietica. Fanno queste leggi, fanno il processo al ventennio e poi si comportano come il regime degli anni Venti che imbavagliava gli oppositori?», ha affermato il segretario leghista nel suo intervento. «Quando andremo al governo daremo mano libera a uomini e donne delle forze dell’ordine ?per darci pulizia e sicurezza», ha aggiunto ancora.

Sull’assenza nella scaletta degli interventi di Bossi ha commentato: «No, ci siamo tutti. Ma nei momenti eccezionali parla uno». «Questo mi spiace, perché Pontida è Bossi. La decisione è stata presa dal segretario Matteo Salvini, ma per me Bossi a Pontida ha sempre diritto di parola», dice il presidente della Lombardia, Roberto Maroni, ex segretario della Lega.

Licenza Creative Commons
Alcuni diritti riservati.Articolo Originale

Rispondi