CONDIVIDI

In un'intervista al Daily Mail, lo spagnolo parla dei suoi trascorsi juventini: "A Torino sono cresciuto molto, soprattutto allenandomi con Giorgio e Bonucci".

L'inizio di stagione di Alvaro Morata con la maglia del Chelsea[1] è stato subito positivo: nonostante abbia avuto bisogno di un po' di tempo per entrare perfettamente nei meccanismi della sua nuova squadra, l'attaccante spagnolo ha già messo a segno 3 gol in 4 presenze in Premier League coi Blues.

Dopo la scorsa annata terminata con la vittoria della Champions League, il centravanti ha deciso di lasciare il Real Madrid per giocare finalmente una stagione intera da titolare e per questo ha scelto la squadra allenata dall'uomo che lo aveva voluto alla Juventus prima di dimettersi: Antonio Conte.

In un'intervista rilasciata ai media inglesi, Morata ha parlato proprio della sua volontà di lavorare finalmente con il tecnico leccese al Chelsea e di quanto i due anni alla Juventus siano stati importanti per la sua crescita come calciatore, in particolare grazie agli allenamenti con difensori del calibro di Bonucci e Chiellini.

Chelsea, Morata: "Allenandomi con Bonucci e Chiellini sono cresciuto"

Morata e Chiellini ai tempi della Juventus

Ai microfoni del Daily Mail, Morata[2] ha spiegato come la presenza di Conte sulla panchina del Chelsea sia stata fondamentale per il suo trasferimento a Londra, rivelando che anche l'estate scorsa era stata intavolata una trattativa, poi sfumata, coi Blues.

Mi sentivo in debito con Conte: mi aveva portato lui alla Juventus, salvo poi lasciare la squadra. Potevo finire al Chelsea già la scorsa estate, Azpilicueta stava già cercando una casa per me e poi non se ne fece più niente.

Il debito che Morata sente di avere con Conte riguarda la sua esperienza alla Juventus, che lui ritiene fondamentale per la sua carriera. Lo spagnolo ha spiegato come anche solo allenarsi con campioni come Buffon, Bonucci e Chiellini lo abbia aiutato, utilizzando una curiosa metafora per descrivere il difensore livornese.

Ai tempi della Juventus sono cresciuto molto, anche soltanto allenandomi con gente come Bonucci e Chiellini. Affrontare Giorgio è come stare nella gabbia di un gorilla per cercare di togliergli il cibo: Pepe al Real non mi colpiva così tanto.

Dopo aver scherzato su Chiellini[3], il centravanti ha rivelato i motivi per cui ha lasciato una squadra vincente come il Real Madrid nonostante Zidane lo volesse ancora nella rosa dei Campioni d'Europa.

Zidane voleva che rimanessi e io ero felice al Real. Ma non potevo fare più il sostituto, ad un certo punto devi uscire dalla tua comfort-zone per andare a cercare nuove sfide. Quando ho saputo dell'interesse del Chelsea, non ho avuto dubbi.

Qual è l'attaccante più forte della Serie A?

Vota[4]

References

  1. ^ Chelsea, segna Morata e i tifosi esultano: ma il coro è antisemita (www.foxsports.it)
  2. ^ Calciomercato Chelsea, ufficiale l'acquisto di Morata (www.foxsports.it)
  3. ^ Il profilo di Chiellini (www.foxsports.it)
  4. ^ Vota (www.foxsports.it)

Articolo Originale

Rispondi