CONDIVIDI

(ANSA) – ROMA, 17 SET – Nonostante l'attuale miglioramento delle prospettive economiche, negli ultimi mesi "l'inflazione è rimasta bassa, contribuendo a sostenere i mercati e rallentando il ritmo previsto per un inasprimento della politica monetaria nelle diverse economie". Lo scrive nel suo rapporto trimestrale la Banca dei regolamenti internazionali (Bri), avvertendo che i mercati globali sono "volati" a livelli non senza rischi dopo che le banche centrali hanno ridimensionato le attese per una stretta monetaria. "Le borse continuano ad essere vulnerabili al rischio di una veloce normalizzazione" dei differenziali di rendimento su diverse scadenze. Inoltre, sempre secondo il rapporto della Bri, con condizioni creditizie eccezionalmente favorevoli, la leva finanziaria delle imprese è aumentata "continuamente" e "una quota crescente di esse va incontro a spese per interessi che eccedono il margine operativo, sono cosiddette 'imprese zombie'", il cui peso è "aumentato in modo particolarmente forte nell'Eurozona e Regno Unito".

Rispondi