CONDIVIDI

ROMA – Scotland Yard ha setacciato Londra, colpita nelle sue arterie, di nuovo, per cercare i responsabili dell'attentato alla metropolitana di Parsons Green dove sono state ferite 30 persone. Oggi è stato arrestato un secondo sospetto: si tratta di un 21enne fermato alle 23,50 di sabato a Hounslow, nella parte ovest della capitale britannica che si trova adesso, spiega Scotland Yard, sotto interrogatorio in una stazione di polizia a sud di Londra.

È escluso dunque che dietro l'attacco ci fosse solo un "lone wolf", un lupo solitario, ha detto alla Bbc la ministra degli Interni, Amber Rudd, secondo la quale è comunque "troppo presto per trarre delle conclusioni". Inoltre non ci sono ancora prove che sia responsabile dell'attacco l'Isis, nonostante sia inevitabile che venga chiamato in causa il sedicente Stato islamico.

catturato dalla polizia del Kent nella zona del porto, forse in procinto di imbarcarsi per la Francia. Secondo quanto riferito dai media, si tratterebbe di un ragazzo orfano, problematico, adottato da una coppia inglese nota per aver ospitato negli anni 268 bambini senza genitori. Il Daily Mail sostiene che il 18enne fosse stato arrestato due settimane fa, non si sa il motivo, e poi rilasciato.• POLIZIA A SUNBURY-ON-THAMES
La loro casa a Sunbury-on-Thames, cittadina della contea del Surrey, sulle rive del Tamigi e non distante dall'aeroporto di Heathrow, è stata perquisita nel pomeriggio di ieri in un blitz della polizia. Dopo il controllo e l'evacuazione dei vicini e dei residenti della zona, è stata smentita la presenza di un ordigno nella casa di Cavendish Road e sono state fatte rientrare le famiglie allontante dalla zona. Ma gli agenti sono lì ancora stamattina e continuano le ricerche. Durante la notte la proprietà è stata transennata e protetta da una barriera, secondo i giornalisti sul posto, questo "suggerisce che hanno intenzione di rimanere in questa casa per diverso tempo".

EVACUATO AEREO BRITISH AIRWAYS A PARIGI
In

Articolo Originale

Rispondi