CONDIVIDI

C'è chi ha già vinto l'Eurolega e chi no, c'è chi cerca riscatto e chi vuole riconfermarsi. Ecco chi sono i quattro possibili outsider delle Final Four di Istanbul.

Il countdown verso le Final Four di Istanbul continua. Mancano meno di due settimane all'attesissimo atto conclusivo dell'Eurolega[1], quello che decreterà la nuova regina d'Europa. Visto tutto il talento che ci sarà sul parquet del Sinan Erdem Dome lo spettacolo è assicurato. Dopo aver già indicato i migliori quattro giocatori[2] (uno per squadra) che scenderanno in campo, abbiamo provato a individuare i quattro possibili outsider delle Final Four, quei giocatori che meritano di essere tenuti sotto controllo e marcati a vista. Scopriamo allora chi sono.

Luka Doncic, il golden boy dell'Eurolega

Il baby fenomeno del Real Madrid Luka Doncic

El presente y el futuro del baloncesto. Il presente e il futuro della pallacanestro. Questo è Luka Doncic, giovanissimo protagonista di un Real Madrid che punta forte a vincere la sua decima Eurolega. Nonostante i 18 anni appena compiuti, Luka è un punto di riferimento solidissimo per coach Pablo Laso, che gli ha dato completa fiducia e gli ha affidato le chiavi del gioco, facendolo giocare da playmaker. Grazie al suo modo di giocare da veterano, è riuscito a ritagliarsi sempre più spazio in un Real pieno zeppo di fenomeni, giocando sia come cambio di capitan Llull che come playmaker affianco dello stesso Sergio. La forza dominante dei blancos passa anche dal giovane Doncic: è il baby fenomeno a trasformarsi in leader quando Llull è in serata-no. Quest'anno è già capitato diverse volte in regular season e nelle ultime sfide di playoff col Darussafaka, quando si è portato a casa il titolo di MVP di giornata. Ad appena 18 anni, Doncic vanta già un plamares di tutto rispetto: due Liga spagnole e due coppe del Re. Vincere l'Eurolega da protagonista lo catapulterebbe ancora di più tra i più grandi di sempre. Le avversarie sono avvisate.

Jan Vesely, The Dunking Ninja in ricerca del riscatto

Vesely del Fenerbahce Il lungo ceko vuole riscattare l'ultima finale

L'ala forte della Repubblica Ceca è solo una della tante carte del folto mazzo da cui può pescare Zeljiko Obradovic. Con nomi come quelli Sloukas, Bogdanovic, Udoh e Datome, quello di Jan è forse quello che spicca di meno. In questa stagione il giocatore ceko è stato meno incisivo rispetto alla passata annata, complice anche i numeri impressionanti fatti vedere da Udoh in mezzo all'area. Ma occhio a non sottovalutare The Helicopter. Come ha già dimostrato in diverse occasioni in questa stagione, Vesely è un giocatore a cui basta poco per esaltarsi e diventare devastante. Inoltre il numero 24 del Fenerbahce avrà una motivazione in più rispetto ai suoi compagni: riscattare l'orribile prestazione della Finale di Eurolega[3] dello scorso anno. Contro il CSKA, Vesely giocò una delle sue peggiori partite di sempre, chiudendo con un clamoroso 1/10 al tiro libero, diventando il bersaglio di continui falli tattici dei russi che approfittarono della sua poca lucidità. Sbagliare è umano, ma perseverare diventerebbe diabolico. E Jan lo sa bene. Le avversarie sono avvisate.

Nando De Colo, lo spietato killer francese

De Colo del CSKA De Colo è stato l'MVP delle ultime Final Four

MVP e miglior marcatore della scorsa edizione dell'Eurolega, secondo miglior marcatore con oltre 20 punti a partita e miglior giocatore per valutazione (22.7 a partita) in questa stagione. Un biglietto da visita niente male quello che presenta Nando De Colo. Il francese è uno dei migliori giocatori del Vecchio Continente e il CSKA Mosca si affiderà a lui e alle sue giocate per provare a confermarsi campione d'Europa. Il playmaker di origine italiana è una vera e propria macchina da punti che nessuno è ancora stato in grado di fermare. Alle Final Four di Berlino dello scorso anno, oltre alla coppa, si portò a casa anche il titolo di MVP della fase finale con 52 punti segnati tra semifinale e finalissima. Ad Istanbul Nando De Colo punta sicuramente a rifare il botto e a vincere tutto di nuovo. Se poi ad innescarlo c'è un certo Teodosic viene tutto più facile.

Georgios Printezis, il fulmine greco è pronto a ripetersi

Printezis dell'Oly Air Printezis è pronto a dar battaglia ad Istanbul

Un gregario silenzioso, di cui si è forse parlato sempre troppo poco. Oscurato forse dall'abbagliante luce del talento di Vassilis Spanoulis, Georgios Printezis è quel tipo di giocatore che ogni allenatore vorrebbe in squadra. Ottimo giocatore in post con un discreto tiro da lontano, Printezis è uno dei migliori interpreti europei del ruolo di “4” per adattabilità, solidità e rendimento. In regular season è stato il migliore del suo Olympiacos, sia per punti segnati che per valutazione, e durante la serie playoff con l'Efes le sue giocate si sono rivelate spesso fondamentali. Quest'anno le Final Four si giocheranno ad Istanbul. Come nel 2012. Quell'anno l'Olympiacos si portò a casa l'Eurolega nella celebre finale contro il CSKA (e guarda caso si ritroveranno in semifinale) proprio grazie alla petaktari di Georgios a meno di un secondo dalla fine. Dite che è un segnale?

References

  1. ^ Eurolega Basket (www.foxsports.it)
  2. ^ i migliori quattro giocatori (www.foxsports.it)
  3. ^ Eurolega, Road to Istanbul: le quattro superstar delle Final Four (www.foxsports.it)

Articolo Originale

Rispondi