CONDIVIDI

(ANSAmed) – PRISTINA, 6 MAG – I prossimi giorni si annunciano movimentati in Kosovo. Il premier Isa Mustafa ha deciso infatti di porre in votazione lunedì l'accordo sulla linea di demarcazione del confine con il Montenegro, un provvedimento fortemente contestato dall'opposizione nazionalista che nei mesi scorsi ha fatto di tutto per bloccare i lavori parlamentari, anche facendo esplodere in aula gas lacrimogeni.
L'approvazione di tale accordo con il Montenegro è l'ultima condizione posta dalla Ue per il sì alla liberalizzazione dei visti ai cittadini kosovari nello spazio Schengen.
Mercoledì inoltre è stato messo in agenda su iniziativa delle opposizioni un voto di sfiducia al governo Mustafa, che potrebbe aprire la strada a elezioni anticipate e a nuovi motivi di instabilità. "A sfiduciare l'esecutivo sono coloro che hanno problemi con la legge a causa della corruzione e della criminalità", ha detto il premier alla tv pubblica Rtk.

Articolo Originale

Rispondi