CONDIVIDI

L'attaccante svedese, dopo l'ennesima superba prestazione impreziosita da un gol e un assist, si è definito il nuovo Benjamin Button.

Passa il tempo ma lui sembra non accorgersene. Zlatan Ibrahimovic, alla veneranda età di 35 anni, continua a stupire e regalare gol ed emozioni ai propri tifosi. Anche ieri pomeriggio, nell'insidiosa trasferta sul campo del Sunderland, lo svedese ha trascinato il Manchester United a un'importantissima vittoria che ha permesso ai Red Devils di rimanere attaccati al quarto posto, valevole per i preliminari di Champions League.

Ha segnato il gol che ha sbloccato la partita e ha fornito l'assist per il definitivo 0-3: nel mezzo sponde, corsa e tanto impegno per aiutare i compagni di squadra. Ibrahimovic[1] continua a essere uno dei migliori attaccanti al mondo. La sua professionalità, l'impegno, la dedizione al lavoro e la sua forza mentale lo rendono un giocatore unico, del quale José Mourinho[2] non può proprio fare a meno.

Sbirciamo un attimo le statistiche: 27 gol nella stagione d'esordio con il Manchester United, ben 250 da quando, 5 anni fa, ha varcato la soglia dei 30 anni. Un calciatore mostruoso e unico nel suo genere che per confermare a se stesso di poter fare ancora la differenza, e smentire chi lo dava per finito, ha scelto di giocare la parte finale della sua carriera nel campionato più fisico e competitivo al mondo.

Ibrahimovic esulta dopo il gol dello 0-1 allo Stadium of Light

Ibrahimovic: "Sono il nuovo Benjamin Button"

Mi alleno duramente e resto concentrato sul mio lavoro. Credo fortemente in quello che faccio e mi godo ogni momento. Ovviamente non posso avere le movenze di 5, 10 o 15 anni fa, ma più passa il tempo e più divento intelligente e cerco di non sprecare energie quando non ce n'è bisogno. Mi sento un po' come Benjamin Button: sono nato vecchio e morirò giovane.

Così Ibrahimovic ai microfoni di Sky Sports al termine del match che lo ha visto, per l'ennesima volta, ricevere il premio di "Man of the Match". Dichiarazioni che confermano il suo ottimo stato fisico e mentale.

Ibrahimovic dopo la rete del vantaggio allo Stadium of Light Ibrahimovic appena dopo la rete dello 0-1

Voglio focalizzarmi sui miei obiettivi. La vittoria di oggi – ha continuato – è importante perché ci permette di rimanere in corsa per la Champions League, ma dobbiamo fare qualcosa di più. Ce la metteremo tutta per raggiungere il quarto posto, questo è poco ma sicuro.

Il Manchester United intanto si prepara alla super sfida del prossimo weekend che lo vedrà affrontare la capolista Chelsea, in uno scontro che sembra tanto essere l'ennesimo crocevia della stagione: i Red Devils capiranno se davvero possono competere fino alla fine per raggiungere il quarto posto, i Blues dovranno mantenere alta la concentrazione per continuare la corsa al titolo.

References

  1. ^ Manchester United, Ibrahimovic: "Non sono qui per perdere tempo" (www.foxsports.it)
  2. ^ José Mourinho (www.foxsports.it)

Articolo Originale

Rispondi