CONDIVIDI

Lo Shanghai SIPG di Hulk batte lo Shandong di Pellè, Lavezzi trascina l'Hebei con due assist, il Tianjin vince ancora: tutti all'inseguimento del Guangzhou R&F.

Con la 4° giornata della Chinese Super League ormai passata agli archivi, è tempo di riavvolgere il nastro e analizzare tutto quello che è accaduto nell'ultimo week-end. Bentornati su China Station, la rubrica di Fox Sports dedicata al calcio cinese e alle sue stelle.

Stelle che oggi si inginocchiano davanti al Guangzhou R&F di Dragan Stojkovic, sorprendentemente primo in classifica con 10 punti, uno in più di Shanghai SIPG e Shandong. Quelli che fino a poco tempo fa erano etichettati come i 'cugini sfigati' del Guangzhou Evergrande stanno fin qui conducendo un campionato sopra le aspettative, trascinati dall'israeliano Eran Zahavi. L'ex Palermo, trasformato da trequartista a finto nove, ha realizzato 13 reti con la maglia dell'R&F, due nelle quattro partite giocate quest'anno.

Copyright Fox Sports Eran Zahavi, attaccante del Guangzhou R&F

Nonostante l'ottimo inizio di stagione degli azzurri, sabato è arrivato il primo rimpianto, in occasione del derby di Canton[1]. In vantaggio fino al 90' grazie a Zahavi e Renatinho, gli uomini di Stojkovic hanno subìto la rete del definitivo 2-2 all'ultimo minuto. Malgrado il punteggio, al Thiane Stadium il Guangzhou R&F ha dimostrato di poter giocare a viso aperto anche contro i campioni di Cina, meritando una vittoria che alla fine non è arrivata. L'Evergrande, invece, ha dato prova di non avere il killer instinct delle passate stagioni, facendosi rimontare l'iniziale gol di Alan ed evitando la prima sconfitta casalinga in campionato dopo 32 partite solo grazie a un colpo di testa di Gao Lin, l'uomo simbolo dei primi successi nazionali e non delle Tigri.

Hulk batte Pellè, finalmente Lavezzi

L'altro big match del turno si è concluso con il successo dello Shanghai SIPG[2] sullo Shandong Luneng per 2-1. La sfida di Hulk e Oscar[3] contro Pellè[4] e Papiss Cissé è terminata con la vittoria dei brasiliani, finalmente d'amore e d'accordo all'interno del terreno di gioco. Non che i due avessero litigato, faceva scalpore però la mancanza d'intesa delle prime gare. Un'intesa che gli attaccanti dello Shandong hanno a meraviglia, ma che non è bastata per tornare a casa con qualche punto in più, nonostante la rete di Cissé. La partita è stata decisa dal giovane Wei Shihao, entrato al posto di Hulk nella ripresa: il brasiliano aveva portato in vantaggio i suoi al 9', poi si è dovuto arrendere per colpa di un infortunio alla caviglia, la cui entità è ancora sconosciuta.

Shanghai SIPGCopyright GettyImages Esultanza dello Shanghai SIPG.

L'altra squadra di Shanghai, lo Shenhua, è stata invece superata 4-2 dall'Hebei Fortune di Manuel Pellegrini. Migliore in campo quell'Ezequiel Lavezzi finora sempre deludente e quindi criticatissimo nel corso della sua esperienza cinese. 'El Pocho' si è parzialmente riscattato con due assist, vincendo la sfida personale contro il connazionale Carlos Tevez, che è riuscito ad entrare solo nell'azione del gol di Gio Moreno, lasciando al compagno Cao Yunding la responsabilità di servire l'ex Inter Guarin[5] al momento del provvisorio 0-1.

Vince Cannavaro, crisi Jiangsu

Secondo successo consecutivo per il Tianjin Quanjian di Fabio Cannavaro, adesso al quinto posto in classifica assieme a Guangzhou e Beijin Guoan, a -1 dall'Hebei. Contro lo Yanbian Fude, all'ex assistente di Marcello Lippi è bastata la rete di Ke Sun, con Pato che ha realizzato l'assist decisivo. Bene anche Witsel[6], con l'89% di passaggi riusciti. Male invece il Jiangsu: la squadra del gruppo Suning ha perso 2-1 in casa con il Chongqing Lifan, nonostante la presenza in campo di Ramires[7] (un assist per il brasiliano). Il terzo ko nelle quattro partite disputate relega la formazione presieduta da Zhang Jindong all'ultimo posto, insieme a Yanbian e Changchun.

CannavaroCopyright GettyImages Fabio Cannavaro, allenatore del Tianjin Quanjian.

Chinese Super League, risultati della 4° giornata

Seconda vittoria in campionato per il Beijing Guoan, che venerdì ha battuto in casa l'Henan Jianye: la vera notizia è che per la prima volta quest'anno non ha segnato Burak Yilmaz, il turco ha infatti lasciato l'onore delle cronache a Zhang Chiming. È finita a reti bianche Guizhou-Tianjin Teda, 1-1 invece tra Changchun e Liaoning.

Tra i marcatori, Gio Moreno e Papiss Cissé raggiungono in vetta alla classifica Elkeson e Yilmaz, a quota 4 gol realizzati. Dietro di loro, Hulk a 3 e un folto gruppo formato da Zahavi, Renatinho, Alan, Paulinho, Aloisio, Chamanga, Wu Lei e Yang Yu, con 2 reti.

Per oggi è tutto, China Station torna la prossima settimana con due appuntamenti: uno per le partite di Guangzhou Evergrande, Shanghai SPIG e Jiangsu nella Champions League asiatica e l'altro dedicato alla 5° giornata della Chinese Super League, in programma dal 14 al 16 aprile.

References

  1. ^ derby di Canton (www.foxsports.it)
  2. ^ il successo dello Shanghai SIPG (www.foxsports.it)
  3. ^ Oscar dos Santos Emboaba Junior (www.foxsports.it)
  4. ^ Graziano Pellè (www.foxsports.it)
  5. ^ Fredy Guarín (www.foxsports.it)
  6. ^ Axel Witsel (www.foxsports.it)
  7. ^ Ramires Santos do Nascimento (www.foxsports.it)

Articolo Originale

Rispondi