CONDIVIDI

Decisione clamorosa del tribunale di Genova, che nel caso della causa di Marika Cassimatis contro Beppe Grillo e il Movimento 5 Stelle ha deciso di dare ragione alla vincitrice delle “comunarie” per la scelta del candidato sindaco: sono state annullate le due delibere con cui la Cassimatis veniva esclusa dal partito e con cui Luca Pirondini è stato scelto per correre alle elezioni con il simbolo del M5S.

LEGGI ANCHE L’incubo dei grillini: restare fuori dai ballottaggi (Martini)

Accolto dunque su tutta la linea il ricorso presentato dagli avvocati Lorenzo Borrè e Alessandro Gazzolo: a due mesi esatti dalle elezioni comunali, in programma il prossimo 11 giugno, la situazione per il partito si complica decisamente.

LEGGI ANCHE I Cinque Stelle e il partito dei giudici (Iacoboni)

La soddisfazione di Marika Cassimatis è esplosa in un entusiasta post sulla sua pagina su Facebook: «Abbiamo vinto» ha scritto utilizzando l’hashtag #DavidecontroGolia

Licenza Creative Commons
Alcuni diritti riservati.Articolo Originale

Rispondi