CONDIVIDI

Il ceo di Barclays Jes Staley è finito sotto inchiesta delle autorità finanziarie inglesi per aver tentato di identificare lo scorso anno un whistleblower all'interno della banca. E' quanto scrive Bloomberg citando un comunicato e precisando che sotto inchiesta è finita anche la stessa Barclays per responsabilità e controlli sul whistleblowing. La banca ha deciso di ridurre lo stipendio di Staley.
La Financial Conduct Authority intende indagare i motivi per i quali Staley avrebbe violato il programma sulle denunce interne della banca, cercando di scoprire l'autore di una lettera di denuncia sulle attività dell'istituto.
"Mi sono già scusato con il board della Barclays e ho accettato la sua conclusione secondo cui le mie azioni personali sono stati miei errori" ha detto Staley in un comunicato. "Accetterò anche qualunque sanzione sia ritenuta appropriata. Collaborerò pienamente con la Financial Conduct Authority e la Prudential Regulatory Authority, che stanno entrambe esaminando il caso".

Rispondi