CONDIVIDI

È di almeno 20 morti il bilancio dell’attentato avvenuto oggi a Mogadiscio dove un’autobomba è esplosa di fronte alla sede del ministero della Difesa somalo. Alla guida dell’autobomba vi era un attentatore suicida che si è scagliato contro un convoglio militare. La maggior parte delle vittime dell’esplosione sono militari, mentre è sopravvissuto il nuovo capo delle Forze Armate, Mohamed Ahmed Jimale, che viaggiava in un’auto blindata del convoglio, e che si ritiene fosse l’obiettivo dell’attentatore.

Tra le venti vittime vi sono anche civili, in particolare alcune persone che stavano viaggiando in un minibus che è stato completamente distrutto dall’esplosione. I militanti di al-Shabaab hanno rivendicato l’attentato attraverso la loro emittente radiofonica, Radio Andalus, affermando di aver ucciso oltre 20 militari.

Licenza Creative Commons
Alcuni diritti riservati.Articolo Originale

Rispondi