CONDIVIDI

LUCCA – Il ministro degli Esteri Angelino Alfano ha convocato per martedì mattina al Palazzo Ducale di Lucca, collateralmente al G7, una riunione speciale sulla Siria, allargata ai ministri degli Esteri di Turchia, Emirati Arabi, Arabia Saudita, Giordania, Qatar.

Questa decisione è stata presa con la condivisione degli omologhi tedesco, britannico e francese di Alfano, i ministri Sigmar Gabriel, Boris Johnson, Jean-Marc Ayrault. Attraverso colloqui telefonici, i quattro hanno concordato sulla necessità di un'iniziativa immediata per rilanciare il processo politico sulla Siria alla luce della decisione del presidente Trump di lanciare i missili su una base aerea del regime di Damasco e al fine di scongiurare così una pericolosa escalation militare.

Dopo le dure accuse mosse a Trump da Russia e Iran, alleati del dittatore siriano Assad, lo scenario di un incubo bellico di dimensioni e conseguenze realmente drammatiche ha subito un'accelerazione nelle ultime ore con la condanna dell'intervento unilaterale americano in Siria giunto dalla Corea del Nord. Per Pyongyang è stato "un atto di aggressione intollerabile" che "prova più di un milione di volte" quanto sia giusto che la Corea del Nord continui il proprio programma nucleare. Commento apparso sui media di Stato nordcoreani.

Articolo Originale

Rispondi