CONDIVIDI

L'Amburgo è finalmente uscito dalla zona retrocessione in Bundesliga grazie ad una lettera scritta dai tifosi che ha unito lo spogliatotio. E la crisi è lontana.

Il club più antico, le motivazioni più semplici. L’Amburgo[1] ha cominciato la stagione come peggio non poteva. Dopo 10 partite di campionato aveva appena 2 punti. La retrocessione sembrava inevitabile. A fine settembre, dopo la sconfitta con il Bayern Monaco, è stato esonerato perfino Labbadia, che aveva salvato il club nelle ultime stagioni.

Al suo posto è arrivato Gisdol, quindicesimo allenatore del club negli ultimi 15 anni. Nonostante il pessimo inizio di stagione, i tifosi non hanno mai disertato lo stadio. Anzi, nell’umiliante sconfitta casalinga contro l’Eintracht di Francoforte del 21 ottobre erano presenti 50mila persone. Tante, tantissime. Stufi dei risultati i tifosi hanno però deciso di voltare le spalle al campo. Letteralmente. Perché la squadra giocava in maniera quasi offensiva.

Nessuno lottava, nessuno si arrabbiava, le sconfitte erano ormai diventate la normalità. Eppure l’Amburgo è la società più antica della Germania ed è l’unica a non aver mai giocato in seconda serie. Da quando esiste la Bundesliga[2], l’Amburgo ne fa parte. Per questo arrendersi così alla retrocessione dopo poche giornate era particolarmente irritante. Il club meritava di più.

Vota anche tu!

Sei contento che l'Amburgo sia venuto fuori dalla zona retrocessione?

No, meritava di retrocedere

Sei contento che l'Amburgo sia venuto fuori dalla zona retrocessione?

Amburgo, la svolta della stagione con una lettera

Improvvisamente però i risultati hanno cominciato a venire. Con la vittoria nell’ultimo turno di campionato contro l’Hoffenheim, l’Amburgo ha conquistato 13 punti nelle ultime 6 partite. Una reazione incredibile. Sia considerando il pessimo inizio di stagione, sia considerando che 7 turni fa l’Amburgo è stato travolto per 8-0 dal Bayern Monaco. Rialzarsi era complicato. Ma l’Amburgo ce l’ha fatta. Ora la zona retrocessione è lontana 4 punti. Tanti, visto che mancano 6 turni alla fine del campionato e dato che la squadra è in forma. La svolta della stagione però è arrivata grazie ai tifosi.[3]

Amburgo Hoffenheim I giocatori dell'Amburgo festeggiano dopo il gol vittoria contro l'Hoffenheim

Il direttore sportivo dell’Amburgo Jens Todt ha raccontato un retroscena curioso alla Bild:

I tifosi ci hanno mandato una lettera aperta nella quale affermavano che da noi non si aspettavano nulla di speciale, solo che dessimo tutto in campo. La cosa ci è piaciuta particolarmente e ci ha unito ancora di più.

Il club più antico, le motivazioni più semplici. La squadra è venuta fuori dalle sabbie mobili della retrocessione semplicemente per non deludere i tifosi.

References

  1. ^ Amburgo (www.foxsports.it)
  2. ^ Bundesliga (www.foxsports.it)
  3. ^ Amburgo (www.foxsports.it)

Articolo Originale

Rispondi