CONDIVIDI

Una pluralità di voci che continuano a dialogare coinvolgendo il visitatore, che può anche inviare domande online. Un "Circo Barnum". Un insieme di piccoli stand in cui tutto si sovrappone.

E’ la mostra 999. Una collezione di domande sull’abitare contemporaneo”, da domani ospitata alla Triennale di Milano. L’idea è innovativa e brillante. Il risultato appare caotico e faticoso, soprattutto per un pubblico che non è abituato a tempi di assorbimento lunghi.

Oltre cinquanta co-curatori provenienti da vari ambiti, con competenze e passioni diversificate suggeriscono un viaggio attraverso i nuovi immaginari che trasformano le nostre esistenze.

Un racconto dove ognuno dei partecipanti presenta la propria declinazione dell’idea dell’abitare.

Una rassegna che evolve in funzione del tempo e dello spazio.

Così nel piccolo spazio occupato dalla scuola di attività visive Tam Tam: qui, si possono realizzare disegni, piccole sculture in creta, in gesso o con la plastilina il venerdì, sabato e domenica. Lavori che andranno ad aggiungersi ai lari – gli spiriti protettori della casa – creati per lì’occasione da Andrea Branzi, Alessandro Mendini, Daniela Puppa, Franco Raggi, Lapo Binazzi (Ufo) e Michele De Lucchi.

La progettazione di Micro-Factory e una serie di attività divise nelle quattro tematiche health, food, kids e future living si realizzano grazie ad un laboratorio del possibile, dove poter fare e creare tutto, o quasi, grazie a know-how, filosofia e pedagogia. Consigliato a famiglie con bambini.

La Scuola Superiore d’Arte Applicata propone dimostrazioni live, workshop, talk e una grande quadreria che si svilupperà nel tempo come un eclettico diario di viaggio.

Il tema dell’abitare è indagato poi da sette fotografi italiani under 35, selezionati attraverso una call for project – invito a presentare proposte per progetti – da Museo di Fotografia Contemporanea: si chiede loro di individuare e interpretare nuove modalità di uso dello spazio urbano e dell’ambiente domestico, analizzando la relazione tra pubblico e privato, reale e virtuale, individuale e collettivo.

Si affronta anche un esempio in piccola scala di una produzione trasparente e sostenibile, volta al recupero della biodiversità e di un rapporto sano con il proprio cibo. Ecco Linfa: una piccola serra smart per la coltivazione kilometro0 in cui, teoricamente, può crescere un'ampia varietà di specie con semi 100% naturali.

E ancora…

999. Una collezione di domande sull’abitare contemporaneo”

Palazzo della Triennale – Viale Alemagna 6 – Milano

12 gennaio – 2 aprile 2018

Orari: martedì – domenica 10.30 – 20.30

Ingressi: intero 9 euro – ridotto 7,5 / 6,5 euro per il primo accesso alla mostra.
Biglietto unico per tutte le mostre 12 euro
I possessori del biglietto Mostra o del biglietto Unico (con emissione dal 12.01.18), ripresentando il biglietto alla cassa, potranno acquistare un biglietto a 2,00 euro per tutti gli accessi successivi al primo.

Infoline: 02/7243341

www.triennale.org

Articolo Originale

Rispondi