CONDIVIDI

ROMA – “Cattiva” è il nuovo singolo di Juel, dal 12 gennaio in tutte le piattaforme digitali per Limited Music Trade/Believe. Già dalle prime note l’artista apre le porte del suo modo fatto di sonorità urban, reggaeton, electro e hip hop. Un ritmo sostenuto accompagna le rime di Juel che attraverso i suoi testi parla delle proprie esperienze, dove il canto rappresenta la sua valvola di sfogo.

“Cattiva” racconta un rapporto a due, dove la protagonista era accusata di non essere mai all’altezza, di non rispecchiare le aspettative del proprio partner.

Juel, da vittima a carnefice in Cattiva

Una violenza psicologica che sul lungo periodo ha portato alla privazione della sua personalità. Dopo l’oppressione, il ritornello racconta il passaggio da donna succube a donna “Cattiva”, che trova la forza di reagire, invertendo il ruolo da vittima a carnefice. Il messaggio di questa canzone è rivolto, quindi, alle donne che reprimono il proprio essere lasciandosi sopraffare da forze negative.

Juel che ha composto anche tutte le musiche si è ispirata a “Won’t Back Down” di Eminem feat. Pink, ponendo grande attenzione verso la sezione ritmica e le dinamiche. 120 bpm tra beat che richiamano la trazione black e moderni insert elettronici.

Il video

“Cattiva” è accompagnata dall’omonimo videoclip realizzato da Simone Moglié e Fabio Tarantino nel suggestivo ex-Oleificio della Magliana a Roma. Nelle immagini scenari urban vedono Juel ballare con un look da guerriera amazzone accompagnata da quattro ballerine provenienti dall’accademia di danza Sponky Style Academy di Firenze.

“Cattiva” è il quarto singolo pubblicato da Juel, che sarà incluso nel nuovo album di prossima pubblicazione.

Articolo Originale

Rispondi