CONDIVIDI

OGNI famiglia infelice è infelice a modo suo. Tutto era sottosopra a Buckingham Palace, un matrimonio in crisi, due sorelle in rotta di collisione, e fuori il mondo che cambia. Elisabetta II non ha neanche trent’anni ed è sola al comando ma ce la può fare. Perché “quanto a umiliazioni – dice – ho imparato di più nelle ultime settimane di quello che avrei potuto imparare in tutta la mia vita”. Nei giorni – nostri – in cui si va a caccia di curiosità sul fidanzamento e le nozze fra il principe Harry e Meghan Markle, strappo definitivo – non bastassero i precedenti – a secoli di pomp and circumstance (lei attrice, showgirl, divorziata, più grande di lui, di “sangue misto”) The Crown 2 dimostra come tutto sia stato già scritto. Altezze reali che s’innamorano di borghesi, prìncipi frustrati, mariti in crisi, tradimenti, macchinazioni, e sua maestà che tutto controlla e tiene botta, ieri come oggi. “Quel che rende appassionante la narrazione – spiega il creatore e autore della serie Netflix, Peter Morgan – è che si parla di una famiglia, ma all’interno di quella famiglia c’è una corona, un ordigno esplosivo che squassa ogni equilibrio”.Articolo Originale

Rispondi