CONDIVIDI

ESTERI Zimbabwe, esplosioni nella capitale: Non è golpe

Il capo dell'esercito dello Zimbabwe Constantino Chiwenga (Afp)

Pubblicato il: 15/11/2017 07:51

Nessun golpe: l'esercito dello Zimbabwe nega che l'azione militare in corso a Harare sia da considerare un tentativo di "presa di potere" e garantisce che il presidente Robert Mugabe è in sicurezza. Nel corso di un intervento trasmesso in televisione dopo che era circolata la voce di un tentato colpo di stato nel Paese, un portavoce dell'esercito ha affermato che "Robert Mugabe e la sua famiglia sono al sicuro e la loro sicurezza è garantita".

Si sta "solamente prendendo di mira criminali che lo circondano" e che "stanno provocando sofferenze economiche e sociali". "Non appena avremo compiuto la nostra missione ci attendiamo che la situazione torni alla normalità". Nella tarda serata di ieri erano state udite esplosioni a Harare e nelle ore precedenti blindati erano stati visti procedere verso la capitale mentre il numero dei militari in strada era aumentato.

La tensione è salita nel paese all'indomani dell'avvertimento lanciato dal capo dell'Esercito, Constantino Chiwenga, che si è detto pronto ad intervenire per porre fine alle purghe all'interno del partito al potere Zanu-Pf, che hanno portato alla rimozione del vicepresidente, Emmerson Mnangagwa, potenziale successore del 93enne capo di Stato.

L'ambasciata americana a Harare ha intanto esortato i cittadini americani presenti nel paese a stare al riparo ed ha annunciato la chiusura dei propri uffici al pubblico a seguito delle voci riguardanti un tentato golpe nello Zimbabwe. "In conseguenza dell'incertezza politica attuale, l'ambasciatore ha chiesto ai propri dipendenti di restare a casa domani", ha scritto la sede diplomatica sul suo sito nella tarda giornata di ieri. "Al personale del governo americano è stato chiesto di restare al riparo nelle proprie abitazioni durante la notte".

Rispondi