CONDIVIDI

Bari 15.11.17 (Digital Media) – “Bari accetta la sfida del Governo nazionale che ha portato nel capoluogo pugliese, dopo la superfibra, la sperimentazione del 5G. Dunque un rilancio che parte dal Sud, dimostrando piena affidabilità” – ha ribadito il sindaco di Bari, Antonio Decaro.

Si tratta di 70 progetti di innovazione tecnologica spalmati su 10 aree tematiche. Il 5G darà la possibilità di collegamenti più veloci sul proprio smartphone e non solo. Ci saranno tante, tantissime nuove opportunità legate ai settori della medicina, dei trasporti, della sicurezza del porto, dell’industria 4.0.

Attenzione rivolta anche all’Agenda digitale, per consentire a tutti i cittadini di collegarsi direttamente con la città, verificando in tempo reale quando arriverà ad esempio un mezzo di trasporto pubblico o guardando cosa accade attraverso le telecamere di sicurezza nella sala operativa della polizia locale e delle forze dell’ordine.

A contribuire alla realizzazione dei settanta progetti pure Matera, considerata una ‘sorella’ dal sindaco Decaro.

Con la località lucana si sperimenterà un altro percorso significativo a carattere culturale: l’utilizzo della realtà virtuale per ricostruire monumenti, chiese, castelli, che magari non esistono neanche più, in stretta collaborazione con gli storici e dell’Università.

Insomma, Bari e Matera saranno le prime città 5G del Sud. Obiettivo: una migliore comunicazione e l’aumento della qualità dei servizi e della velocità degli utenti

Abbiamo parlato di:

Bari Website

Antonio Decaro Facebook

Diventa fan di Tiscali su Facebook

Articolo Originale

Rispondi