CONDIVIDI

I rapporti tra gli elementi di quella che è considerata una della band heavy più rilevanti di sempre non sono sempre stati idilliaci: se, tuttavia, la formazione dei Metallica è uscita per tre quarti indenne da 34 anni di vita insieme, significa che un certo affiatamento all’interno della squadra esiste eccome.

Loading…

A darne testimonianza è stato il frontman del gruppo, James Hetfield, che intervistato dal Calgary Herald ha voluto condividere quello che, a suo avviso, sono le migliori doti dei suoi compagni di band. Il chitarrista ha cominciato da Robert Trujillo, l’ultimo arrivato – nel 2003 – in sostituzione di Jason Newsted.

“E’ stato con noi più di qualsiasi altro bassista”, ha detto il cantante e chitarrista: “Sarà sempre quello nuovo, sperando che non ce ne sia un altro. E’ molto ligio al dovere, si esercita sempre. Ci sfida: ‘E se provassi questo?’. E’ un musicista molto appassionato”.

Riguardo invece al batterista Lars Ulrich, che con lo stesso Hetfield costituisce il nucleo storico del gruppo: “E’ uno per cui ‘no’ non rappresenta una risposta. Questo è contemporaneamente un bene e un male quando sei socio in affari. Quando aizzi un bulldog come lui contro qualcun altro, è grande. Allargando il quadro, è davvero un bene che sia con noi. E poi sa perfettamente cosa i fan vogliono da noi, essendo lui stesso il più grande fan dei Metallica in circolazione”.

Ultimo, ma non meno importante, Kirk Hammett: “Lui possiede una certa innocenza: non è mai realmente preoccupato dalla vita, ma ci galleggia sopra molto bene e gli succedono delle cose belle. Non è il tipo da sentire il bisogno di controllare le cose”.

Rockol Music News

Loading…

Articolo Originale

Rispondi