CONDIVIDI

Castel Fusano ancora in fiamme. Tre incendi sono divampati nel primo pomeriggio di oggi, e hanno richiesto l'impiego degli elicotteri dell'anti-incendio. Tre roghi scoppiati quasi in contemporanea su versanti opposti ma sulla stessa linea d'aria.

Il primo all'interno della pineta all'altezza dell'Infernetto nell'area a ridosso di via del Martin Pescatore, un secondo innesco è stato individuato lungo la via Cristoforo Colombo, in prossimità di via del Circuito. Un terzo incendio è stato acceso poco dopo sulla via Litoranea, che è stata chiusa al traffico.

Il centro del triangolo di fuoco del vasto incendio è stato via del Martin Pescatore.

Sul posto, squadre dei vigili del fuoco e autobotti del servizio anti incendio comunale, oltre alle associazioni di protezione civile.

Secondo fonti della Forestale, la sequenza così ravvicinata degli episodi in ordine di spazio e tempo purtroppo fa ipotizzare a un atto doloso, e che ad agire possa essere stata la stessa mano.

La Cristoforo Colombo, all'altezza di via della Villa di Plinio a Ostia, è stata chiusa in entrambe le direzioni. Il traffico è in tilt: molti bagnanti stanno lasciando le spiagge e questo ha creato ingorghi e blocchi al traffico.

Le fiamme stanno lambendo alcune abitazioni in via le Castel Porziano, all'Infernetto, e per questo motivo le case sono state evacuate. Vigili del fuoco e carabinieri sono al lavoro per mettere in sicurezza la zona colpita dal rogo e le persone che stanno fuggendo dalle loro abitazioni.

Il sindaco di Roma Virginia Raggi è arrivata sul luogo dell'incendio. Ha fatto visita al servizio giardini del X Municipio, dove c'è la centrale monitor dell'anti-incendio.

Impegnati nelle opere di spegnimento un canadair, tre elicotteri e sei squadre dei vigili del fuoco con autobotti.

Il vento alimenta le fiamme, propagatesi in tre punti differenti, e ciò rende difficili le operazioni per contenere l'incendio. «Pare che la situazione dell'incendio alla pineta di CastelFusano sia grave a causa di diversi focolai e del vento che continua ad alimentarli – spiega il capogruppo M5S in Campidoglio Paolo Ferrara – Abbiamo messo in moto tutta la macchina e stiamo facendo il possibile per quanto ci riguarda per contenere i danni e tenere sotto controllo la situazione».

Articolo Originale

Rispondi