CONDIVIDI

Articolo tratto dall'edizione in edicola il giorno 17/07/2017.

Jordi Savall: “La musica classica è senza futuro. Non sa più creare

Il maestro catalano: “Grandi interpreti e grandi compositori ma incapaci di improvvisare. Prevale la routine”

«Nel mondo, il significato e il valore della musica classica sono in declino. In questo momento, noi occidentali abbiamo finito di essere creativi nel campo dell’interpretazione musicale». Jordi Savall, 76 anni il 1° agosto, ha già concluso pochi giorni di riposo nella sua Catalogna e si è rituffato nella vorticosa serie di concerti che lo attende. Direttore e virtuoso di viola da gamba, fondatore di gruppi musicali di riferimento come Hesperion XX, La Capilla Real de Cataluña, Le Concert des N…continua

Sandro Cappelletto

Articolo Originale

Rispondi