CONDIVIDI

Si annuncia una nuova ondata di scioperi nel settore dei trasporti da domani alla fine del mese. La giornata peggiore potrebbe essere quella di giovedì, soprattutto a Roma, dove incrocerà le braccia il personale Atac.

Domani disagi potrebbero registrarsi invece a Genova, per l'agitazione di quattro ore indetta da Cub Trasporti tra i lavoratori dell'Atm. Negli appalti ferroviari, Fast Mobilità ha invece chiesto ai propri aderenti di astenersi dalla prima metà della giornata lavorativa al terminal Porta Nuova di Torino.

Il giorno nero rischia di essere però proprio giovedì 20. A Roma incroceranno le braccia per 24 ore i dipendenti Atac aderenti a Orsa e per 4 ore (dalle 8.30 alle 12.30) quelli dell'Unione sindacale di base. L'Usb ha invitato ad astenersi dal lavoro anche il personale della Ctp di Napoli, mentre a livello nazionale ha proposto l'astensione dal lavoro per 24 ore la sigla Faisa-Confail.

Martedì 25, secondo il calendario degli scioperi pubblicato sul sito del ministero delle Infrastrutture, disagi invece per lo sciopero proclamato nel tpl di Bari e Trani dai sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil, e per i collegamenti marittimi di Liberty Lines in Sicilia.

Il 26 sarà invece il giorno del trasporto aereo: Cub ha proclamato 4 ore di sciopero generale dei lavoratori dei lavoratori del comparto (dalle 13.00 alle 17.00). Lo stesso giorno incrocerà le braccia per 4 ore il personale navigante di cabina di Easy Jet aderente a Fit Cisl e il personale Enav aderente a Unic.

Rispondi