CONDIVIDI

La Nazionale di Loew supera a fatica 3-2 l'Australia all'esordio in Confederations Cup: a segno Stindl, Draxler (rigore) e Goretzka. Per i Socceroos in gol Rogic e Juric.

Una Germania sperimentale, senza tanti campioni del mondo ma ricchissima di talento, vince 3-2 all'esordio in Confederations Cup contro l'Australia (dominatrice dell'Asian Cup 2015) con i gol di Stindl, Draxler (rigore) e Goretzka.

Le prove generali in vista del Mondiale di Russia 2018 consegnano a Loew notizie contrastanti. La difesa ha ballato più del dovuto, Leno tra i pali è incappato in una giornataccia (i gol se li è fatti quasi da solo) e la Germania è tornata a concedere due gol 347 giorni dopo l'ultima volta (la semifinale degli Europei persa 2-0 contro la Francia)

Le notizie positive arrivano da Lars Stindl, capitano del Borussia Moenchengladbach alla prima esultanza in Nazionale, da Kimmich, da Goretzka e da Draxler, capitano e trascinatore di questa giovane selezione (l'età media è di 24 anni). Di materiale su cui lavorare ce n'è, e la vittoria è il carburante migliore per continuare il processo di crescita.

L'esultanza della Germania

Confederations Cup: il racconto di Australia-Germania

Al 5' i tedeschi passano. Brandt sfonda sulla destra e serve intelligentemente un pallone arretrato per Stindl, che tutto solo col destro batte Ryan. Sembra l'inizio di un monologo dei campioni del mondo, e infatti lo è. Ma la Nazionale di Loew non concretizza le palle gol create con Wagner, Brandt e Goretzka. E quando sei poco cinico puntualmente la più antica legge del calcio torna a imporsi.

Nel finale di primo tempo l'Australia sfiora prima il pareggio con Sainsbury, difensore di ritorno allo Jiangsu dopo la parentesi all'Inter (appena 19 minuti giocati), poi esulta grazie alla papera di Leno. Nasce tutto dal tiro di Rogic che colpisce la schiena di Mustafi, la sfera torna a Rogic che ci prova ancora col mancino. Il portiere del Bayer Leverkusen è goffo nell'intervento e il pallone gli sfila sotto la pancia. La sua partita da horror è appena iniziata.

La Germania rialza subito la testa e trova il nuovo vantaggio al 43'. Luongo abbatte Goretzka in area e l'arbitro assegna il rigore, trasformato senza problemi dal capitano Draxler. Il tris tedesco arriva a inizio ripresa. Filtrante di Kimmich per Goretzka, che davanti a Ryan non sbaglia. Le emozioni continuano, l'Australia torna in vita sempre grazie a Leno che si fa scappare un pallone innocuo sul quale s'avventa Juric per il più semplice dei tap-in.

La Germania potrebbe calare il poker con Werner, sfortunato a colpire il palo dopo aver saltato Degenek e Sainsbury. Il risultato non cambia più, la Germania supera 3-2 l'Australia e aggancia il Cile a quota 3 punti in vetta al Gruppo B.

Articolo Originale

Rispondi