CONDIVIDI

(ANSA) – LITTLE ROCK, 19 APR – Due condannati alla pena capitale in Arkansas, la cui esecuzione è prevista giovedì, si dicono innocenti. Il primo, Stacey Johnson, afferma attrtaverso i propri legali che i moderni test sul Dna lo scagionerebbero dall'omicidio di una 25enne nel 1993 per cui è stato condannato, mentre Ledell Lee, chiede vengano effettuati test sul sangue e sui capelli per discolparlo dall'omicidio di una donna nel corso di una rapina.
La Corte Suprema Usa non ha dato seguito all'esecuzione di due condanne programmate per lo scorso lunedì.

Articolo Originale

Rispondi